Luca Venturi

Luca Venturi

I miracoli di guarigione possono verificarsi anche nella nostra vita, spesso così strana e pur sempre mirabile, SOLO se impariamo a superare l'angoscia e ad aprirci alla vastità del cuore (alla gioia del cielo, come dicevano gli egiziani 4000 anni prima di noi).
Vorremmo riconoscere che anche gli occhi della nostra anima sono abilitati a vedere immagini sante e/o a ricevere immagini oniriche, solo se permettiamo al soffio della vita di penetrare
abbastanza profondamente in noi; e questo è l'unico posto, e forse l'unico modo, di ri-programmare il nostro stato di benessere.

- Non nel corpo, ma nello spirito gli uomini in primo luogo si ammalano, e, contrariamente al materialismo corrente, o al dualismo antropologico, è metodicamente più giusto considerare il corpo una funzione e uno specchio dell'anima, che non considerare, viceversa, lo spirito un prodotto di processi metabolici cerebro-fisiologici;

- di solito nella ricerca religiosa scientifica si presuppone che la religione sia essenzialmente un fenomeno sociale, un caso particolare della coscienza di gruppo;
tuttavia una religione, benché voglia essere vissuta anche in seno all'unione di molti uomini che condividono le stesse convinzioni e gli stessi segni simbolici, non nasce affatto dalla convivenza sociale in quanto tale, ma è una necessità che attraverso la coscienza matura dentro ogni persona anche la più A-religiosa

- la malattia nasce dal grande problema che affligge l'uomo, L'ANGOSCIA. L'unica possibilità per ogni uomo di ridurre l'angoscia è (Freud) la fiducia. La fiducia presuppone però una grande fede nella persona, nel rito, nell'incantesimo. Per questo motivo sono sorti tanti “credo”, tante religioni, tanti riti, per dare ad ogni uomo la possibilità di sentirsi in comunione, in condivisione con la data religione, con il personale gesto APOTROPAICO.
Ad esempio nella religione ebraica, la fede, EMUNAH, è un atteggiamento di fiducia, di fedeltà in DIO;
nella fede cristiana è invece la fiducia nella potenza, che in virtù di DIO può divenire efficace in una creatura umana animata dalla fiducia in DIO,
nel buddismo, è la contemplazione-meditazione che attraverso la frequenza di determinate onde cerebrali porta ad uno stato di cambiamento nella persona,
nell'induismo è la possibilità di individuare in ogni divinità il proprio simbolo in grado di poter aiutare chi lo invoca, sempre però attraverso la totale fiducia.

Karl Kerènyi nel suo saggio: "Il mito della fede":
"la fiducia nella forza della fiducia, espressa nel nuovo Testamento, deriva originariamente dal mito dell'esperienza “mitica” che la fiducia è in quanto tale una potenza Divina".

Lottare per la salute non significa all'alba dell umanità, combattere contro la singola malattia, ma conquistare DIO.
Ogni medicina comincia come teologia, culto, rituale, magia, come reazione spirituale dell'uomo alla prova inviata dalla divinità.
Alla sofferenza del corpo si oppone non un soccorso tecnico, ma un atto religioso.
Esiste soltanto una salute ed una malattia, e per questa a sua volta solo una causa ed una guarigione:
DIO
E fra DIO e il dolore vi è sempre e soltanto il medesimo mediatore:
il medico spirituale, non solo medico, non solo sacerdote, il custode ad un tempo del corpo e dell'anima.
La dottrina medica al suo inizio rimane inscindibile dalla dottrina religiosa, nelle origini medicina e teologia formavano un corpo e un'anima solo.
A nulla giova rifiutare in maniera pura e semplice i racconti di miracoli come mere provocazioni per l'immagine scientifica odierna del mondo, oppure riconoscere nei racconti religiosi (biblici, sciamanici, ecc) semplici storie tendenti ad annunciare una determinata “fede”; occorre piuttosto mettere in discussione il nostro modo di pensare e di sentire fino al punto che le possibilità e le esperienze delle guarigioni miracolose ci diventino di nuovo accessibili dall'interno.
A questo scopo dobbiamo però ritrovare un' immagine del mondo e dell'umano che si lasci definitivamente alle spalle la contrapposizione cartesiana di soggetto-oggetto, pensiero-sentimento, spirito e corpo, DIO e mondo, e renda possibile una visione unitaria dell'uomo e del mondo, un tutt'uno, un ologramma...

Email

venturi.dr@libero.it

Città

Faenza

Regione

Emilia Romagna

Commenti sui terapeuti